Chiamaci » +39 348-2246573

Suono

Friday, 24 October 2014 00:00 Written by 

Che rapporti ci sono tra musica e architettura?

Musica e architettura sono due forme di comunicazione che hanno tanto in comune.
In musica si parla di armonia, di equilibrio, di proporzione, di ritmo; tutte espressioni che ritroviamo anche in campo architettonico.
In molti casi, la ricerca scientifica e filosofica in campo musicale, è stata applicata ad altre forme espressive, ed è tradotta, in ricerca architettonica, con nuovi risultati in questo campo.
Il connubio Architettura e Musica si è andato sempre più integrando, in quanto l’architettura deve trovare forme per comunicare cercando di coinvolgere tutti gli ambiti sensoriali dell’individuo.
La musica, quindi, interessando le facoltà uditive, può coinvolgere l’individuo e introdurlo in dimensioni sempre nuove, in quanto la musica è ritmo, è tempo.
Noi associamo il movimento alla predominanza della facoltà visiva, ma possiamo pensare di dare maggiore valenza alla facoltà uditiva.

Per questo studio, interessanti sono le teorie del divenire, del cambiamento e del movimento di Henri Bergson.
Questi afferma:  “ E’ con l’udito che possiamo facilmente concepire il cambiamento senza che nulla stia cambiando: ascoltando una melodia abbiamo, infatti, la chiara  percezione del movimento, senza che qualcosa si muova, o del cambiamento, senza che qualcosa cambi. Perché ci sia movimento, non necessariamente ci deve essere qualcosa che si muova…”.

 

Last modified on Wednesday, 27 May 2015 12:10
Read 107529 times
Rate this item
(0 votes)

Latest from Super User

Login to post comments

Related items

  • Acqua

    Il legame tra architettura e acqua è di antica memoria, soprattutto se guardiamo...

Il disegno a mano

  • Alle scuole superiori ricordo che il mio professore di disegno (Prof. Mariani) un giorno mi disse sorridendo “Massimo, tu hai la mano felice”.

Questo sito fa uso di Cookies, conferma se ne accetti l'uso. Informativa